domenica 2 febbraio 2014

Credevo di essere più forte

Sono giorni che non faccio altro che piangere.
Non può essere colpa solo della crisi premestruale.
Ho la concentrazione per preparare questo esame sotto i piedi.
Cerco di parlarne con le mie amiche (con una ho mezzo intavolato una discussione) ma poi non riesco a ribattere...
In una chat su whatsapp, in cui si parlava di presentazione del Bimby e di persone che dovevano partecipare, una mi fa: "Ma devi far finta che ti interessi comprarlo, se no non puoi venire alla presentazione!"
Ho ribattuto "So fingere benissimo".
Quello che non ho scritto (e su cui ho meditato a lungo) è stato "Sono sei mesi e mezzo che fingo di stare bene".
Cercavo una foto poco fa... un monumento... mi sono ritrovata delle foto di me e del mio ex che non mi ricordavo di avere fatto. Ho visto solo l'icona in formato piccolo, non ce l'ho fatta a ingrandirle a schermo intero. Tanto mi è bastato.
Ho preso la foto che mi interessava e ho chiuso la cartella.
Vorrei che così facilmente si chiudesse anche la cartella mentale che ho in testa. Vorrei finalmente lasciarmi tutto alle spalle. Non ci riesco.
Non so perchè, in questi giorni mi sento sola più che mai.
Sono stanca.
Forse ho pure la febbre, ma non posso permettermi il lusso di stare male.
Riprendo a studiare.

Non avrei più voluto scrivere un post del genere.
Non avrei più voluto versare lacrime.

10 commenti:

  1. Ti abbraccio Kanachan...qui purtroppo serve 'solo' tanto tempo e pazienza. Ma non avere paura di piangere, sfogati le lacrime fanno bene!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille... però sono stufa di piangere! :(((

      Elimina
  2. Capita di cadere. Io, per esempio, cado di continuo. E' più il tempo che passo a terra che quello che passo in piedi. Il passato spesso fa male, coraggio, che ci si rialza sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho una disperata voglia di rialzarmi... di stare su... di buttarmi tutto alle spalle... quando sarò più forte toglierò tutte quelle foto... adesso non ci riesco...

      Elimina
  3. Piangere e disperarsi serve. E capisco il far finta che vada tutto bene e nessuno che se ne accorge, lo faccio sempre anche io, sono anche io brava in questo. Ma sai una cosa? è un contro senso: non vogliamo far vedere di star male, ma allo stesso tempo ci arrabbiamo perchè nessuno se ne accorge.
    Ci vuole tanto tempo perchè una bruciatura, di qualunque tipo, si rimargini...ma bisogna sempre andare avanti, cercare di non pensarci più di tanto e credere sempre che andrà tutto bene. Perchè passa, passa sempre.
    Studi, lavori, fai mille cose: è normale che tu sia stanca e queste volte succede così, che si vede tutto nero.
    un abbraccio enorme, andrà tutto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie arim! è vero, vivo nel controsenso più assoluto... sto male, ma non parlo e mi incavolo se nessuno mi chiede niente.... sono stremata oggi, non vedo l'ora di andare a dormire!!!

      Elimina
  4. Purtroppo non si psssono chiudere così facilmente le cose che ci fanno stare male.
    Posso solo dirti di concentrarti su te stessa, nel bene e nel male...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sarebbe troppo bello e troppo facile chiudere un cassettino mentale... e di conseguenza il dolore non esiste più...
      hai ragione... cercherò di concentrarmi solo su me stessa!

      Elimina
  5. Sfogarsi serve a buttare fuori tutto cio' che ci fa stare mele ed è un bene riuscire a farlo!
    E poi ti sembrerà di stare meglio e poi ci risaranno altri momenti come questo...ma poi piano piano passerà!ti abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero di viverne sempre meno di momenti come questo!!! :)
      grazie mille comunque!!!

      Elimina

Un commento... cosa vuoi dirmi???