domenica 18 giugno 2017

E sono 5...

L'altro giorno ho visto i Green Day per la 5 volta. Posso considerarmi una groupie?? Forse no, ma ci vado molto vicino! ;)
E' forse il concerto a cui sono arrivata meno preparata, meno carica, quello per cui mi ero quasi pentita di aver comprato il biglietto... Insomma, Lucca, da casa mia, non è la città meglio collegata del mondo, l'amica che doveva venire con me alla fine giungeva da Torino e ci siamo quindi incontrate direttamente in Toscana... poi metteteci che, alla fine, il mio viaggio è stato effettuato con la mia capoufficio e quindi si è continuato a lavorare in macchina sia all'andata che al ritorno... non partivo sotto i migliori auspici insomma! (anche perchè, nelle mie intenzioni, io mi prendevo due giorni di ferie... in pratica ho lavorato normalmente fino alle 13, partite per il concerto, dormito a Lucca e ripartite la mattina dopo, pronte per entrare in ufficio alle 14.30!)

Ho passato il viaggio di andata a mandare mail e fare telefonate, mi sono accorta dopo non so quanti chilometri della campagna toscana che mi circondava... i giorni precedenti avevo anche pensato un po' alla minaccia terrorismo e misure di sicurezza... ma poi, alla fine, quando alle 21.15 il concerto è iniziato (invece che alle 21.30)... è tutto magicamente scomparso! Tutte le ansie, tutte le preoccupazioni che non mi fanno dormire e respirare... per 2 ore e 15 minuti non esistevano più!



Sono stati grandi, fantastico il pezzo quando, su "Hitchin' a ride" hanno chiamato a cantare con loro sul palco uno spettatore... e questo ha chiesto (e ottenuto) di far salire il cantante della sua band... che, nonostante l'emozione (ti trovi a dividere il palco con i tuoi idoli, puoi non avere la voce un po' rotta??) ha coinvolto il pubblico in maniera eccezionale!!!
Bello, bello bello!
Quando ne fanno un altro?
Perchè devo tenere fede all'affermazione del mio stagista in ufficio l'altro giorno: "Ma allora sei una punkettona!!" 
A presto! 

lunedì 5 giugno 2017

A volte riappaio...

Ho lasciato passare più di un mese senza scrivere.
Il blog riflette la mia stanchezza. Più a tante situazioni che a una reale stanchezza fisica, che comunque c'è. Credevo di aver trovato una sorta di equilibrio, mi sbagliavo.
Ho passato questo weekend lungo a lavorare e inveire. Sono ritornata in ufficio più stanca di quando l'ho lasciato... non trovo collaborazione da parte dei miei superiori, ma forse devo far capire loro che non posso esserci sempre a togliere loro le castagne del fuoco.... o se ci devo essere... che mi paghino a sufficienza!

In questo mese di assenza, comunque, qualcosa di buono l'ho fatto... ho raggiunto un amico giornalista (conosciuto quando era passato all'ufficio in cui lavoravo, rivisto una seconda volta alla presentazione del suo libro e poi per la terza volta quando è tornato nelle mie zone) e con lui ho girato per un'intera giornata, mentre prendeva appunti per scrivere un articolo.
Per un giorno intero ho cercato di staccare dall'ufficio (in realtà email e telefonate sono comunque arrivate) , mi sono immersa nella natura e tra panorami mozzafiato,con lui che è rimasto completamente a bocca aperta davanti a certe viste... e che mi rimproverava di non avergli mai detto dell'esistenza di certi posti! ;)
Mi ritrovo a riguardare le foto e a pensare a quella giornata con una certa nostalgia, nonostante la tragicità di aver visto paesi seriamente lesionati dal terremoto; ho guardato la mia regione attraverso i suoi occhi, tutto lo stupore che gli si leggeva chiaramente in faccia... e io che qui ci vivo, non so apprezzarla a dovere...

Per questo weekend ho messo in conto un'escursione in montagna, non so se organizzata o "fai da te" (e, in questo caso, molto più tranquilla), so solo che ho bisogno di camminare e stare in mezzo al verde, non mi importa nemmeno con chi... basta che vado... e cammino!!! 

(intanto un po', in mezzo al verde, ci sono stata 2 settimane fa!)

A presto!

mercoledì 26 aprile 2017

Montagna

Sono tornata ieri sera. Molto a malincuore ho lasciato l'Alto Adige.
Ero stata solo una volta a Predazzo, tanti - troppi - anni fa, poi più niente.
Invece l'occasione fa l'uomo ladro... e la donna viaggiatrice (evidentemente!)!
4 giorni invece dei 5 previsti inizialmente, ma tempo sufficiente per farmi innamorare perdutamente delle zone... di base a Vipiteno, ci sono state visite a Bressanone, a Fortezza e una giornata oltreconfine, a Innsbruck!

Da qualche parte tra Vipiteno e Mareta

Mi sono subito ambientata tra canederli e bretzel, senza scordare però l'ottimo strudel! E vai in Austria, poi, senza nemmeno prenderti una Sacher??? Sarebbe stato un Sacher-ilegio ! (questa è brutta, lo ammetto... ma non ho resistito!)
Sacher a Innsbruck
La mia collega si augurava che, nel posto in cui ero, non mi prendesse affatto il telefono e fossi così isolata dal mondo, in modo da staccare la spina... così non è stato, ero sì a quasi 1000 metri di altitudine, ma il telefono prendeva benissimo... però il suo augurio si è avverato in parte... e un po' sono riuscita a staccare! 
Ho davvero ri-scoperto la bellezza di pedalare nella natura (ma in una pista ciclabile di tutto rispetto), fermandomi a contemplare il paesaggio ogni due minuti... e a scattare e imprimere le emozioni, prima nel cuore, poi nella memoria del telefono e della macchina fotografica!

Ho preso per la prima volta Flixbus, per tornare dall'Austria... che dire? Velocità, pulizia, economicità (7.90 euro contro 11.25 del treno)... con la pecca però dei tre ragazzi austriaci o tedeschi, ubriachi, che hanno però reso il viaggio di ritorno un inferno! :( 
Penso che tornerò a prendere questo mezzo... augurandomi però un viaggio meno difficoltoso! E per fortuna che erano solo 40 minuti!

Adesso... per quali altre mete sono pronta a ripartire?? C'è Lucca a giugno, in occasione dei Green Day... poi a ottobre vorrei tentare IL viaggio... la meta che sogno da una vita... New York!
Dita incrociate!!!

lunedì 17 aprile 2017

Pasquetta alternativa + cercasi idee

Avevo prenotato l'escursione da giorni, desiderosa di stare con degli sconosciuti (o quasi) immersa nella natura. Preparato i sandwich, comprato i biscotti, deciso il vestiario.
Ero ben decisa a farmi una Pasquetta alternativa, senza tanto sbattimento a correre dietro a uno o all'altro figlio di amici, senza sentirli litigare per quel gioco o per quel peluche (per inciso: li adoro... ma uno alla volta!!) .
Invece il destino ha deciso che dovevo rimanere a casa. Brutta ricaduta di un raffreddore, accentuata dal freddo e dalla pioggia presi ieri sera.
Il corpo mi ricorda che ogni tanto devo staccare e stare a riposo. Che io ci provo pure... ma possibile che, ogni 2x3, mi vengano in mente cose da far fare alla stagista che sarà da noi da mercoledì?
Sabato parto. Ho accettato l'invito di una coppia di amici con una casa a Vipiteno. Starò in montagna fino al 26 mattina. Dopo che avevo ottenuto il giorno di ferie, la mia collega mi fa: "Spero vivamente che, dove andrai, non prenda il telefono. Così stacchi veramente!"
Non sono mai stata in quelle zone, al massimo ero arrivata a Predazzo. Sinceramente? Non vedo l'ora! Io e la quarta persona non facciamo altro che prendere appunti sulle cose da vedere e i posti in cui andare... 4 giorni non ci basteranno!!! Vipiteno, Innsbruck, il lago di Braies (colpa degli instagramers che mi mettono in testa certi posti!) e infine Monaco di Baviera (un ritorno, perchè qui sono già stata!)... forse anche Bressanone mentre si va su?!?! ;) 
Adesso auguratemi solo di guarire, che non posso arrivarci malata in Alto Adige!!!
A presto! 

PS: se avete idee o suggerimenti su cose da vedere in questi luoghi... dite pure!!! 

domenica 9 aprile 2017

Oggi scrivo.

Oggi scrivo.
Nonostante il caos completo della mia scrivania, in cui convivono più o meno pacificamente campioncini di creme e opuscoli vari.

Oggi scrivo.
Nonostante la stanchezza della lunga camminata pomeridiana. E del dolore sotto un piede che l'ha resa meno piacevole.

Oggi scrivo.
Nemmeno io so cosa. Paturnie varie, scazzi e mazzi. Ma anche belle esperienze, giretti vari per l'Italia (si può tornare a casa stanchi dopo aver passato due giorni praticamente sempre seduti, tra bus e ristoranti vari? Sì, si può), altri che metto in conto di fare presto.
Mi sono "autoimposta" di dormire fuori casa almeno una notte al mese... per adesso ci sto riuscendo... poi vedremo!
Giro, o cerco di girare, il più possibile, rendendomi conto quanto poco conosca le realtà più o meno vicine a me. Inaugurazione di un sentiero in un parco oggi, a 20 km da casa mia... non c'ero mai stata... e invece ho scoperto un angolo di verde magnifico!
Per il ponte del 25 aprile sto provando a organizzare qualcosa al Nord Italia... tra Friuli e Trentino... speriamo si concretizzi! Il giorno di Pasquetta, invece, mi sono iscritta a un'escursione dalle mie parti, in territori che ovviamente non ho fatto mai... nessuno dei miei amici viene (in realtà non l'ho proposto a nessuno o quasi), ma non importa... ho bisogno di staccare un po' dal mio vecchio giro...
Anche solo perdendomi nella bellezza di quello che mi circonda! (che, ho scoperto troppo tardi, è talvolta davvero magnifico)

Oggi scrivo.
Forse per comunicare cose non troppo importanti, ma per farvi sapere che, sebbene latitante, ci sono comunque. Ho recuperato con la lettura di diversi blog con cui ero rimasta indietro, produrrò a breve altri post, si spera più interessanti di questo, andrò avanti con la mia vita, speriamo in maniera sempre migliore!
A presto!

martedì 21 marzo 2017

...

Non ci volevo (e voglio tuttora) credere.
Sono diventata una di quelle persone che non avrei mai creduto.
Una di quelle che non aggiorna il blog.
Una di quelle che il venerdì, uscendo dall'ufficio, afferma "Thanks God it's Friday" (salvo poi lavorare venerdì sera e domenica pomeriggio).
Una di quelle che si sente dire "ma non ti fai mai sentire!"

La verità è sempre quella. Il lavoro e gli impegni extra si accavallano sempre più.
Inglese fisso due volte a settimana, impegni a teatro, impegni con gli igers, i cori in cui canto (perchè adesso siamo passati a due!)... vedo come un miraggio le sere in cui vado a letto alle 23!

Ho ricominciato a fare escursioni (anche se non so quando riuscirò a farne un'altra... vedi gli impegni lavorativi di cui sopra!) e a correre con una certa costanza, presa dalla consapevolezza che basta allentare di una settimana... per trovarsi con la lingua di fuori e le gambe in fiamme!

Prometto di cercare di aggiornare il blog il più possibile.
Ma questo post sono due sere che lo trascino... non garantisco! ;)

sabato 4 marzo 2017

Cose belle accadute nell'ultimo periodo

Facciamo che non sono qui a scrivere solo lamenti.
Metto anche un paio di cose (o tre) che mi sono accadute.

Lunedì scorso sono andata al cinema con una mia amica. Cinema con due sale, conosco da tanto tempo la società che lo gestisce,ci avevo collaborato, sono amica di due persone che lavorano lì. Arrivo alla cassa e c'è appunto un mio amico. Gli faccio: "Due biglietti..."
e lui non mi lascia finire e continua: "Per Manchester by the sea?"
Io: "Sì, ma come facevi a saperlo? L'hai visto su Facebook?" (avevo pubblicato lì un articolo e scritto che sarei andata al cinema)
E lui: "No, è che La La Land l'hai già visto..." (vero... visto lì infatti!)

Ok... fa piacere avere amici che si ricordano i film che hai visto... ma anche un po' paura! ;)
(Comunque il film merita... guardatelo!)



Ci sono creature mitiche di cui si favoleggia l'esistenza da anni.
Alcune sono l'uomo ideale, il principe azzurro, il compagno perfetto.
Altre sono gli autori della Lonely Planet. Del primo tipo non ne ho mai registrata la presenza, secondo me non è vero che esistono.
Del secondo, invece, posso confermare l'esistenza... ho conosciuto uno scrittore della LP un anno e mezzo fa, dopo che mi aveva fatto un'improvvisata in ufficio quando scriveva una guida turistica. Siamo rimasti in contatto, ho scoperto che siamo nati lo stesso giorno (lui due anni prima che l'Italia vincesse i mondiali di calcio, io due anni dopo) e ogni tanto ci risentiamo. Su Twitter. Nei giorni scorsi mi ha contattata per un progetto. Bello. Sono felice. Mi sono offerta di aiutarlo, senza avere nulla in cambio (c'entra un po' anche la mia professione). Spero si concretizzi... dita incrociate per me!!!

Notizia odierna è che in Italia, nel 2016, sono calate le nascite. I rilevatori Istat, che hanno realizzato queste statistiche, chiaramente non fanno parte di uno qualsiasi dei miei gruppi Whatsapp (e di amici).
Solo nelle ultime 2 settimane ho registrato:
- 1 nascita
- 2 annunci di pargoli in arrivo
- 1 matrimonio!
E siamo solo al 6 marzo...

A presto!

venerdì 3 marzo 2017

Invidia

Non sono mai stata una persona che ha una vita che deve essere invidiata. Vi risultano lavori fantastici, conto in banca da capogiro, fidanzati meravigliosi, misure statuarie da modella? No, non rientro in nessuna delle categorie.
Eppure non riesco a capire il motivo di una presunta "invidia" da parte di quella che consideravo un'amica.
Continue frecciatine e allusioni. Mi si è "accusato" di aver fatto strane trasferte milanesi per lavoro, sottointendendo che andavo a farmi la bella vita. Ho lavato più piatti di quanti abbia mai fatto in tutta la mia vita (adesso esagero).
Mi si viene a dire che, facendo parte di una cooperativa, godo di conoscenze particolari. No, piuttosto sono i buoni rapporti lavorativi che ho mantenuto dopo aver lavorato sei anni lì che mi hanno concesso di vederci più chiaro in una determinata situazione... e ho condiviso poi tutto con altre persone interessate (compresa lei - niente di trascendentale: come richiedere un codice e compilare un modulo, tutto qui).

Altre illazioni da altre persone. Sono stanca.

Non c'è assolutamente nulla da invidiare nella mia vita. Dovrei lasciarmi scivolare tutte queste cose addosso, ma non sempre riesco.
Uno sfogo l'ho trovato nella corsa: la settimana scorsa ho realizzato la migliore frazione quando riflettevo su questa situazione. Non tutto il male viene per nuocere alla fine!
;)




mercoledì 22 febbraio 2017

Latitante... di ritorno!

Mi sono eclissata. Sono sparita. Ho avuto settimane intense. Molto. Sia dal punto di vista lavorativo che degli impegni extra.
Partecipare a un matrimonio in febbraio alla fine non è stato malaccio. Scarpe con tacco a spillo a parte. Lanciate via subito dopo la fine della cerimonia, manco il lancio del riso ho aspettato, da quanto non ne potevo più.
Instawalk con circa 80 partecipanti fatto, corredato da caduta e distorsione di una delle organizzatrici. Ma se io, guida, dico di non passare o arrampicarti lì perchè scivoloso... perchè tu organizzatrice ci vai?? 5 giorni di riposo con caviglia fasciata, ma niente fratture. Caduta a parte, è stata un'esperienza molto bella. Questo mondo dei social mi conquista ogni giorno di più.

Nel giro di 5 giorni, poi, sono stata a Roma e a Torino.
Non mi ricordo di aver tirato la monetina nella Fontana di Trevi lo scorso agosto... invece... di nuovo nella capitale! In realtà è stata, al solito, una toccata e fuga, convocata per un'assemblea di guide turistiche ho girato poi ben poco... ma alla fontana ci sono tornata... anche stavolta senza lanciare la moneta!
Fontana di Trevi
Dopo essere tornata a casa da Roma, tempo 36 ore, sono ripartita per Torino. La mia terza volta nella città sabauda a trovare la mia amica che vive su. E a lasciarmi incantare. Su di me ha questo effetto, che posso farci? Stavolta è stato il turno delle residenze reali: visitati Palazzo Reale, il Castello del Valentino (ogni primo e terzo sabato del mese si effettuano visite guidate gratuite agli interni) e Palazzo Madama. Uno più bello dell'altro!
Ma è stato anche il tempo delle chiacchiere con la mia amica, con la conoscenza dei suoi amici e delle persone che fanno parte del suo mondo di ora. Ci teneva che conoscessi la sua "capa"... siamo state invitate a cena da lei, insieme ad altra gente... in una cena che vedeva a tavola più marchigiani che torinesi! Abbiamo vinto noi 4 a 3! 
La mia valigia mi guarda interrogativa... per un po' la rimetto a posto... il prossimo giretto, sempre toccata e fuga, of course, sarà di soli due giorni a Peschiera del Garda... vedremo!


Palazzo Reale 
A presto!


mercoledì 1 febbraio 2017

Come è andata a finire?

La La Land mi è piaciuto tantissimo.
Fotografia, attori, regia, costumi, musiche.
Tutto. Io adoro i musical, semplice, no?? E, ad ora, di recensioni ne ho lette poche poche... ma
Ho sognato per le due ore di durata del film.
Io dell'America sogno New York, mai pensato di andare a Los Angeles. Ma le atmosfere mi hanno davvero catturato!
Ve lo consiglio!


Ora vi lascio... perchè mi aspetta "La battaglia di Hacksaw Ridge"! Oggi al cinema da me lo danno in anteprima, non so perchè!
Scappo a vederlo!!!

sabato 28 gennaio 2017

Di spoiler. Non richiesti.

Ieri dovevo andare a vedere La La Land. Non ho letto una recensione che è una, ho solo visto il trailer, ma, per me, ci sono già tutti gli ingredienti per attirarmi in sala senza se e senza ma.
Ho appunto evitato accuratamente di leggere tutto quello che riguardava questo film, ho visto il trailer e basta. Ma musical+Ryan Gosling+Emma Stone me lo rendono già molto appetibile.
Le mie amiche ieri sono andate a vederlo (io ho preferito coccolarmi i miei amici parigini... e come mi sciolgo io dietro a quel tre-enne che parla più francese che italiano... lo so solo io!), oggi una mi manda un messaggio, mi dice "film bello, finisce così...."
Ma miseriaccia! Lo devo ancora vedere e mi spoileri il finale?!?!? E continua a insistere sul fatto che mi conosce e sa che non andrò mai a vedere un film senza prima leggere le recensioni. Errore. Ultimamente lo sto facendo spessissimo, voglio godermi il film senza pregiudizi... poi le recensioni le leggerò in seguito, se ho voglia... ma non me lo sta mica ordinando il dottore... e questa mia amica sta continuando a insistere con la storia del "ti conosco, so quali film decidi di vedere ecc...."
Bah... ho capito che non devo più dirle quali film ho intenzione di vedere!
A voi lo dico... dopo "La La Land", sarà la volta di "La Battaglia di Hacksaw Ridge"! Non so il motivo, ma nel cinema della città in cui lavoro... lo danno in anteprima mercoledì sera!!!

mercoledì 25 gennaio 2017

Stranger things

No, non ho iniziato a guardare la serie (so che merita,ma ho iniziato Sherlock da poco... e ogni puntata dura 1 ora e mezza!).
No. Sono diventata dipendente (oltre che del su-citato Sherlock) di Perla.
Chi è Perla? Perla è il cane dei miei cugini. Presa al canile non mi ricordo più quanti anni fa (7? 8?) per un capriccio infantile di mio cugino, adesso corre solo per il giardino recintato dietro casa. Stop.
Non la portano mai a spasso, mia cugina a Milano per l'università, mio cugino se ne frega.
E allora ho comprato collare e guinzaglio (nemmeno si trovavano più a casa) e ho iniziato a portarcela io. Camminiamo ancora per brevi tratti, 2 km o poco più, a un certo punto si ferma e non è più intenzionata a proseguire.
Perla che ci tiene alla sua privacy!
Non ho mai studiato la psicologia degli animali, non mi sono mai interessata più di tanto, non so quanto possano interagire ed affezionarsi agli uomini... ma mi piace pensare che, dalle feste che mi fa quando entro in giardino col guinzaglio in mano, ci stiamo proprio affezionando l'una all'altra!
Sto programmando la mia routine di camminate e corse cercando di includere anche passeggiate con lei... non sono proprio normale!!! ;)
Non pensavo potesse darmi tutta questa gioia... non mi ha fregato nemmeno più di tanto il fatto che mi abbia sporcato la giacca mentre mi saltellava intorno l'altro giorno!

E, vi giuro, 4 anni fa queste parole non sarebbero mai uscite dalla mia bocca!!!! 



venerdì 20 gennaio 2017

...

Ho qualche post in bozza, presumo che sarà cestinato.
Le parole sembrano sempre inopportune in casi come questi. La mia regione sta vivendo un calvario da agosto, ma io talvolta mi sento come se stessi lontana anni luce, una sensazione accentuata talvolta anche da comportamenti di persone a me vicine.
In quell'ora che va dalle 10.25 alle 11.25 ho sentito distintamente le tre scosse, nonostante fossi in ufficio al piano terra. Idem quella del pomeriggio, mentre ero a casa sul letto. A parte la paura, che questi fenomeni comunque danno, niente è successo. 
Poi cominci a sentire i servizi al tg, famiglie che stanno a 100 km in linea d'aria da te, che appartengono alla tua stessa regione, sono sommerse da neve, senza elettricità e talvolta acqua. Alcune vivono ancora nelle tende, altre sono sfollate negli alberghi davanti cui passo tutti i giorni per tornare a casa dal lavoro. 
Mi sento piccola e quasi gretta a pensare ai miei stupidi problemi, un nulla in confronto a ciò. 
E per oggi la chiudo qui.
Anzi, vi lascio un post di Moz che sta vivendo sulla sua pelle tutto quello che i tg e le testate online ci stanno trasmettendo.

sabato 14 gennaio 2017

#RevolutionRadioTour

"Per quel che vale, ne è valsa la pena per tutto il tempo. Spero ti sia goduto ogni momento”.


"It's something unpredictable, but in the end is right, I hope you'd the time of your life"
(Good Riddance)

Sulle note acustiche di questa canzone, si è chiuso, ieri sera, il mio quarto concerto dei Green Day (così come si erano chiusi anche i tre precedenti).
E' stato... magnifico, entusiasmante, partecipato... non so... aggiungete voi altri aggettivi! 
Due ore e mezza ininterrotte di musica e spettacolo, impossibile stare seduti, si è cantato e ballato tutto il tempo. Incredibile la partecipazione che c'è stata su Minority... ha quasi surclassato Basket Case!
Ma se il primo concerto a cui io e la mia amica eravamo andate era stato una sorta di suo "turning point", per quello che stava attraversando in quel momento, questo è stato una conferma... la loro presenza nelle nostre vite, a farci un po' da colonna sonora! La prima vacanza in Inghilterra per seguire due date del tour, la loro presenza costante nel mio lettore mp3, compagni di tutte le camminate e corse fatte sul lungomare o in campagna, la colonna sonora dei viaggi in macchina (in particolare l'ultimo, quello di ritorno da Mantova... che il tratto da Rimini a casa è sempre il più a rischio addormentamento...), uno dei modi che ho di mettere in pratica l'inglese, cantando le loro canzoni... insomma... è stato epico... ed è stato bello anche vedere tanti padri accompagnare figli e figlie, condividere con loro questo momento...
Dopo questi avvenimenti, io e la mia fedele compagna di avventure siamo sempre così galvanizzate dall'atmosfera... e infatti... stamattina, mentre aspettavamo il treno in stazione (il mio ha fatto 115 minuti di ritardo, parliamone), non abbiamo avuto niente di meglio da fare che... comprare i biglietti per la loro prossima data in Italia (non stasera)... il Lucca Summer Festival!
Siamo pazze? non so.... probabilmente sì!

mercoledì 11 gennaio 2017

Sono più forte di quel che penso.

Me ne devo ricordare. Parlavo ancora del concerto di venerdì a Bologna, del fatto che da qui parto sola per vedermi a Bologna con la mia "compagna di concerti" e andare poi a dormire dalla terza che vive lì.
Le ho fatto presente che mia cugina, quando aveva 16 o 17 anni (quindi 3 anni fa più o meno), era andata a Torino da sola, dove viveva il suo ragazzo (20enne), per andare al concerto di non so chi.
La risposta di mia madre: eh, ma aveva il ragazzo!
Come se un ventenne, solo perchè di sesso maschile, potesse essere una garanzia per la sicurezza di mia cugina. Le ho fatto presente che io ho le altre due... e poi, tra me e me, pensavo a tutte le situazioni del cavolo che ci siamo trovate ad affrontare... e di come ne siamo riuscite a uscire.
A Parigi ero da sola, potevo contare solo su me stessa, ho attraversato la città 12 ore dopo gli attentati viaggiando in metro e, anzi, essendo di supporto a madre e figlia romane conosciute per caso sulla metro.

Ho chiuso una relazione che non era più una relazione.
Ho trovato in me la forza per affrontare una sfida col mio corpo e prendere in mano la mia salute.

Forse dovrei tatuarmi un reminder di tutto ciò da qualche parte!

E, in tutto questo... sono sempre più gasata per il concerto!!! ;)
Occhi a cuoricino per i tre di Berkeley!!! ;)
A presto!

giovedì 5 gennaio 2017

Numeri

5 giorni di questo 2017.
Sono già andata 2 volte in palestra e una a correre, toccando, dopo tanto, gli 8 km (allenamenti discontinui, febbre a 38.5 che mi ha impedito di uscire, lavoro, lavoro, lavoro).
Serve tutto questo movimento, visto che questi giorni di feste e bagordi mi hanno regalato 2 kg. E io che ero così contenta che a Natale non ero ingrassata per niente!
Tra un mese e 7 giorni ho un matrimonio. Pensavo (e speravo) che sarebbe stato l'unico del 2017. E invece no. L'altra sera, a una rimpatriata tra amici storici, una di noi ci ha annunciato che si sposerà entro l'anno.
Felice per lei. Ma siamo già a 2 matrimoni per quest'anno! E i miei viaggi?
Certo, se mi pagassero due servizi guida fatti a ottobre 2016, non sarebbe male... e un weekend lungo ci uscirebbe fuori benissimo!


In tutto ciò, mi sono accorta che in tutto il 2016 non mi sono innamorata di nessuno... ma nemmeno attrazione per qualcuno. Niente. Anzi, penso proprio di averlo messo in stand-by quel sentimento.
Un'altra amica si augura di poter andare al matrimonio della seconda con un pancione. A me, una volta tanto, piacerebbe con un + 1. Ma forse nemmeno vale la pena perderci dietro le speranze.
Intanto, adesso, è una la cosa su cui devo concentrarmi... il concerto dei Green Day della settimana prossima! ;)

lunedì 2 gennaio 2017

AD 2017

Anno nuovo, abitudini vecchie? Postare poco è la cosa che mi sono portata dietro dal 2016... e che forse dovrei abbandonare! Ma no, quello da abbandonare è il tergiversare e il perdere tempo... ce la farò??
Natale passato, 11 uova di sfoglia per fare i cappelletti in brodo, panettoni a non finire (ma nemmeno un pandoro), capodanno idem, con la capacità di fare le 4 del mattino restando a casa di amici a chiacchierare... senza nemmeno mettere il naso fuori casa per accendere uno scintillino... nulla... ho accusato il colpo di andare a letto alle 5, per me che non ci sono abituata è stata dura.
E anche perchè... ormai c'ho un'età! 
Non so se ridere o piangere... l'altro giorno ero dall'ottica, mi stavo provando degli occhiali da vista... ero uscita dalla doccia da poco, non ero truccata minimamente... e mi sono vista... vecchia... invecchiata, con le rughette intorno agli occhi, non curata, con le luci gialle del negozio che erano davvero impietose... e mi ha messo parecchia tristezza addosso... 
Arrivo all'anno dei 33 con un pugno di mosche in mano, non so... Non sapendo quale direzione possa prendere la mia vita... sono più fortunata di tante altre persone, mie coetanee... ma vedo anche quello che mi manca... e allora, per questo motivo, cerco di riempirmela con tanti interessi... salvo accorgermi che forse sono pure troppi... 
Quest'anno... pure l'oroscopo di Paolo Fox non mi dà garanzie!!! ;)
E allora... buon anno a voi... vi lascio l'augurio con cui ho salutato i miei Igersamici:

"Vi auguro di riuscire a tenere sempre ben saldo il timone della vostra vita, e di avere l'elasticità di aggiustare la rotta, quando serve"!

(non è farina del mio sacco, lo ammetto! ma mi è piaciuto tanto!)
A presto!