mercoledì 22 febbraio 2017

Latitante... di ritorno!

Mi sono eclissata. Sono sparita. Ho avuto settimane intense. Molto. Sia dal punto di vista lavorativo che degli impegni extra.
Partecipare a un matrimonio in febbraio alla fine non è stato malaccio. Scarpe con tacco a spillo a parte. Lanciate via subito dopo la fine della cerimonia, manco il lancio del riso ho aspettato, da quanto non ne potevo più.
Instawalk con circa 80 partecipanti fatto, corredato da caduta e distorsione di una delle organizzatrici. Ma se io, guida, dico di non passare o arrampicarti lì perchè scivoloso... perchè tu organizzatrice ci vai?? 5 giorni di riposo con caviglia fasciata, ma niente fratture. Caduta a parte, è stata un'esperienza molto bella. Questo mondo dei social mi conquista ogni giorno di più.

Nel giro di 5 giorni, poi, sono stata a Roma e a Torino.
Non mi ricordo di aver tirato la monetina nella Fontana di Trevi lo scorso agosto... invece... di nuovo nella capitale! In realtà è stata, al solito, una toccata e fuga, convocata per un'assemblea di guide turistiche ho girato poi ben poco... ma alla fontana ci sono tornata... anche stavolta senza lanciare la moneta!
Fontana di Trevi
Dopo essere tornata a casa da Roma, tempo 36 ore, sono ripartita per Torino. La mia terza volta nella città sabauda a trovare la mia amica che vive su. E a lasciarmi incantare. Su di me ha questo effetto, che posso farci? Stavolta è stato il turno delle residenze reali: visitati Palazzo Reale, il Castello del Valentino (ogni primo e terzo sabato del mese si effettuano visite guidate gratuite agli interni) e Palazzo Madama. Uno più bello dell'altro!
Ma è stato anche il tempo delle chiacchiere con la mia amica, con la conoscenza dei suoi amici e delle persone che fanno parte del suo mondo di ora. Ci teneva che conoscessi la sua "capa"... siamo state invitate a cena da lei, insieme ad altra gente... in una cena che vedeva a tavola più marchigiani che torinesi! Abbiamo vinto noi 4 a 3! 
La mia valigia mi guarda interrogativa... per un po' la rimetto a posto... il prossimo giretto, sempre toccata e fuga, of course, sarà di soli due giorni a Peschiera del Garda... vedremo!


Palazzo Reale 
A presto!


mercoledì 1 febbraio 2017

Come è andata a finire?

La La Land mi è piaciuto tantissimo.
Fotografia, attori, regia, costumi, musiche.
Tutto. Io adoro i musical, semplice, no?? E, ad ora, di recensioni ne ho lette poche poche... ma
Ho sognato per le due ore di durata del film.
Io dell'America sogno New York, mai pensato di andare a Los Angeles. Ma le atmosfere mi hanno davvero catturato!
Ve lo consiglio!


Ora vi lascio... perchè mi aspetta "La battaglia di Hacksaw Ridge"! Oggi al cinema da me lo danno in anteprima, non so perchè!
Scappo a vederlo!!!

sabato 28 gennaio 2017

Di spoiler. Non richiesti.

Ieri dovevo andare a vedere La La Land. Non ho letto una recensione che è una, ho solo visto il trailer, ma, per me, ci sono già tutti gli ingredienti per attirarmi in sala senza se e senza ma.
Ho appunto evitato accuratamente di leggere tutto quello che riguardava questo film, ho visto il trailer e basta. Ma musical+Ryan Gosling+Emma Stone me lo rendono già molto appetibile.
Le mie amiche ieri sono andate a vederlo (io ho preferito coccolarmi i miei amici parigini... e come mi sciolgo io dietro a quel tre-enne che parla più francese che italiano... lo so solo io!), oggi una mi manda un messaggio, mi dice "film bello, finisce così...."
Ma miseriaccia! Lo devo ancora vedere e mi spoileri il finale?!?!? E continua a insistere sul fatto che mi conosce e sa che non andrò mai a vedere un film senza prima leggere le recensioni. Errore. Ultimamente lo sto facendo spessissimo, voglio godermi il film senza pregiudizi... poi le recensioni le leggerò in seguito, se ho voglia... ma non me lo sta mica ordinando il dottore... e questa mia amica sta continuando a insistere con la storia del "ti conosco, so quali film decidi di vedere ecc...."
Bah... ho capito che non devo più dirle quali film ho intenzione di vedere!
A voi lo dico... dopo "La La Land", sarà la volta di "La Battaglia di Hacksaw Ridge"! Non so il motivo, ma nel cinema della città in cui lavoro... lo danno in anteprima mercoledì sera!!!

mercoledì 25 gennaio 2017

Stranger things

No, non ho iniziato a guardare la serie (so che merita,ma ho iniziato Sherlock da poco... e ogni puntata dura 1 ora e mezza!).
No. Sono diventata dipendente (oltre che del su-citato Sherlock) di Perla.
Chi è Perla? Perla è il cane dei miei cugini. Presa al canile non mi ricordo più quanti anni fa (7? 8?) per un capriccio infantile di mio cugino, adesso corre solo per il giardino recintato dietro casa. Stop.
Non la portano mai a spasso, mia cugina a Milano per l'università, mio cugino se ne frega.
E allora ho comprato collare e guinzaglio (nemmeno si trovavano più a casa) e ho iniziato a portarcela io. Camminiamo ancora per brevi tratti, 2 km o poco più, a un certo punto si ferma e non è più intenzionata a proseguire.
Perla che ci tiene alla sua privacy!
Non ho mai studiato la psicologia degli animali, non mi sono mai interessata più di tanto, non so quanto possano interagire ed affezionarsi agli uomini... ma mi piace pensare che, dalle feste che mi fa quando entro in giardino col guinzaglio in mano, ci stiamo proprio affezionando l'una all'altra!
Sto programmando la mia routine di camminate e corse cercando di includere anche passeggiate con lei... non sono proprio normale!!! ;)
Non pensavo potesse darmi tutta questa gioia... non mi ha fregato nemmeno più di tanto il fatto che mi abbia sporcato la giacca mentre mi saltellava intorno l'altro giorno!

E, vi giuro, 4 anni fa queste parole non sarebbero mai uscite dalla mia bocca!!!! 



venerdì 20 gennaio 2017

...

Ho qualche post in bozza, presumo che sarà cestinato.
Le parole sembrano sempre inopportune in casi come questi. La mia regione sta vivendo un calvario da agosto, ma io talvolta mi sento come se stessi lontana anni luce, una sensazione accentuata talvolta anche da comportamenti di persone a me vicine.
In quell'ora che va dalle 10.25 alle 11.25 ho sentito distintamente le tre scosse, nonostante fossi in ufficio al piano terra. Idem quella del pomeriggio, mentre ero a casa sul letto. A parte la paura, che questi fenomeni comunque danno, niente è successo. 
Poi cominci a sentire i servizi al tg, famiglie che stanno a 100 km in linea d'aria da te, che appartengono alla tua stessa regione, sono sommerse da neve, senza elettricità e talvolta acqua. Alcune vivono ancora nelle tende, altre sono sfollate negli alberghi davanti cui passo tutti i giorni per tornare a casa dal lavoro. 
Mi sento piccola e quasi gretta a pensare ai miei stupidi problemi, un nulla in confronto a ciò. 
E per oggi la chiudo qui.
Anzi, vi lascio un post di Moz che sta vivendo sulla sua pelle tutto quello che i tg e le testate online ci stanno trasmettendo.

sabato 14 gennaio 2017

#RevolutionRadioTour

"Per quel che vale, ne è valsa la pena per tutto il tempo. Spero ti sia goduto ogni momento”.


"It's something unpredictable, but in the end is right, I hope you'd the time of your life"
(Good Riddance)

Sulle note acustiche di questa canzone, si è chiuso, ieri sera, il mio quarto concerto dei Green Day (così come si erano chiusi anche i tre precedenti).
E' stato... magnifico, entusiasmante, partecipato... non so... aggiungete voi altri aggettivi! 
Due ore e mezza ininterrotte di musica e spettacolo, impossibile stare seduti, si è cantato e ballato tutto il tempo. Incredibile la partecipazione che c'è stata su Minority... ha quasi surclassato Basket Case!
Ma se il primo concerto a cui io e la mia amica eravamo andate era stato una sorta di suo "turning point", per quello che stava attraversando in quel momento, questo è stato una conferma... la loro presenza nelle nostre vite, a farci un po' da colonna sonora! La prima vacanza in Inghilterra per seguire due date del tour, la loro presenza costante nel mio lettore mp3, compagni di tutte le camminate e corse fatte sul lungomare o in campagna, la colonna sonora dei viaggi in macchina (in particolare l'ultimo, quello di ritorno da Mantova... che il tratto da Rimini a casa è sempre il più a rischio addormentamento...), uno dei modi che ho di mettere in pratica l'inglese, cantando le loro canzoni... insomma... è stato epico... ed è stato bello anche vedere tanti padri accompagnare figli e figlie, condividere con loro questo momento...
Dopo questi avvenimenti, io e la mia fedele compagna di avventure siamo sempre così galvanizzate dall'atmosfera... e infatti... stamattina, mentre aspettavamo il treno in stazione (il mio ha fatto 115 minuti di ritardo, parliamone), non abbiamo avuto niente di meglio da fare che... comprare i biglietti per la loro prossima data in Italia (non stasera)... il Lucca Summer Festival!
Siamo pazze? non so.... probabilmente sì!

mercoledì 11 gennaio 2017

Sono più forte di quel che penso.

Me ne devo ricordare. Parlavo ancora del concerto di venerdì a Bologna, del fatto che da qui parto sola per vedermi a Bologna con la mia "compagna di concerti" e andare poi a dormire dalla terza che vive lì.
Le ho fatto presente che mia cugina, quando aveva 16 o 17 anni (quindi 3 anni fa più o meno), era andata a Torino da sola, dove viveva il suo ragazzo (20enne), per andare al concerto di non so chi.
La risposta di mia madre: eh, ma aveva il ragazzo!
Come se un ventenne, solo perchè di sesso maschile, potesse essere una garanzia per la sicurezza di mia cugina. Le ho fatto presente che io ho le altre due... e poi, tra me e me, pensavo a tutte le situazioni del cavolo che ci siamo trovate ad affrontare... e di come ne siamo riuscite a uscire.
A Parigi ero da sola, potevo contare solo su me stessa, ho attraversato la città 12 ore dopo gli attentati viaggiando in metro e, anzi, essendo di supporto a madre e figlia romane conosciute per caso sulla metro.

Ho chiuso una relazione che non era più una relazione.
Ho trovato in me la forza per affrontare una sfida col mio corpo e prendere in mano la mia salute.

Forse dovrei tatuarmi un reminder di tutto ciò da qualche parte!

E, in tutto questo... sono sempre più gasata per il concerto!!! ;)
Occhi a cuoricino per i tre di Berkeley!!! ;)
A presto!